PRENDI UNA PASTIGLIA “PREGIUDICATO”

 

L’urlo del Cavaliere: «Vogliono arrestarmi. Non dormo da 55 giorni»

 

Si vede e sente “buffone” mediatico, se l’avessero arrestata al primo reato, oggi non ci troveremmo con una Associazione a Delinquere dentro Montecitorio.

 

Le nocciole del 60% degli Italiani sono sfarinate al punto che varrebbe la pena fare quello che hanno fatto i cittadini della Repubblica di San Marino in questi giorni, hanno accerchiato il Parlamento del Monte Titano e hanno preso a calci, pugni e bottigliate il loro governo.

 

Pescivendoli e lavandaie che sbraitano ma senza dare un senso logico alle proprie urla.

 

Mi auguro che venga votata la decadenza, che si dimettano in massa, scopriranno come conoscano poco e male il regolamento che, in casi di dimissioni, il posto non resterà vuoto e il governo non cadrà, fuori i primi, avanti i secondi.

 

Sul tema ha scritto un post ironico  e sfottente il Compagno Zac, quindi non posso che invitarvi ad andare a leggere:

 

I BESTSELLERS

 

Hanno firmato le dimissioni minacciando di consegnarle in caso di decadenza del “pregiudicato”.

 

Mi chiedo, ma tutti i votanti di centrodestra sono benestanti al punto da fregarsene dei problemi che pesano sulla classe lavoratrice?

 

Dico, questi minacciano una crisi devastante perché un truffatore incallito urla “colpo di Stato delle Toghe Rosse e dei Comunisti” fottendosene della gente comune che fa i conti se mangiare a pranzo o cena e voi li votate ancora?

 

Sono 20 anni che vi prende per il sedere e ancora non vi basta?

 

Ma vi hanno lobotomizzati o devo accettare che il masochismo è una pratica di massa?

 

Quotidianamente si legge della perdita di posti di lavoro e il governo viene stoppato da un gruppo che sta facendo rivalutare la “banda della Magliana”

 

Se solo gli venisse un colpo apoplettico si risolverebbero molti problemi, lui con la badante e il Parlamento ripulito dalla spazzatura parlante che lui ha scaricato dentro.

 

MIMì-COCò-E CACM-O CAZZ

 

Dopo aver sentito la Kapò

 

Se non ci danno il governo chiediamo presidenza Copasir e Vigilanza Rai

 

 

grillo-lombardi-crimi-225228.jpg

Vedendo la foto sopra ho pensato a Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, poi mi sono ricordata la signora Rosa, la padrona della pensione dove sostavo quando andavo a Napoli, avevo nominato il trio e lei me lo tradusse nel titolo che leggete, sono sicura che fosse stata al posto di Napolitano, avrebbe risposto:

 

Uagliò…ma vaffà n’ bocca ‘a soreta

 

Prima ed ultima volta che posto l’immagine del trio che definisco:

 

La Kapò, il buffone e il Provolino di Raffaele Pisu

 

Detto questo, se vi leggete questo articolo di Lettera43

 

Grillo, intervista comprata da Chi

 

prenderete atto che, quello che pensiamo noi dei suoi elettori e dei suoi eletti, lui lo condivide in pieno, li reputa così deficitari che basta una parolaccia e un vaffanculo per ottenere consensi…parole sue.

 

L’elettore tipico che sogna il buffone

906513148.jpg

 

L’idiozia verbale del buffone vista da Staino

 

1587890416.jpg

 

Ma c’è un altra categoria che sta mostrando di non avere un briciolo di amor proprio, i giornalisti, siano essi della carta stampata o radiotelevisi, vi caccia, vi insulta, vi detta proclami attraverso la Kapò e Provolino=Crimi e gli correte ancora appresso?

 

Ma raccattate un briciolo di dignità e lasciatelo al suo stagno fetido zeppo di papere starnazzanti tra loro, muti all’esterno e quando dicono qualcosa, almeno, io penso al bossi padre e mi dico che sono suoi emuli, hanno preso il diploma per corrispondenza, alla scuola radio elettra.

 

Uno che scrive “La mia prima giornata a “MONTE CITORIO”, è andato a fare la settimana bianca in montagna, infatti, un altra cretina gli ha scritto su faccialibro:

 

che bello in montagna, c’è molta neve“?  e non ci trovo niente da ridere…anzi.

 

Addà passà a nuttata, saddà fà juorno.

 

Se solo Bersani avesse un altro colpo di genio e proponesse Stefano Rodotà…